Test superato ma con 2 dubbi rimasti

Ciao Gregorio.
Per la prima volta da quando sono iscritto al vostro portale non supero il test al primo tentativo.
Comunque al secondo ci sono riuscito ma sono rimasto con il dubbio sulle due domande che ho comunque sbagliato.

Quella sulla messa in scala nell’import da Skechup; nella lezione si faceva riferimento al fatto che le possibilità erano 2, o all’importazione del dxf si imposta la scala metri, oppure importando il lavoro “a caso” era possibile scalare una dimensione nel video i 64 cm, venivano scalati in 25,01 (misura rilievo) se non ricordo male.
Quindi nel test si riproponevano queste due possibilità eppure una delle due (quella che ho sbagliato) non era corretta.

La seconda domanda che ho sbagliato riguarda i sistemi di misura dei disto laser.
Anche qui nella lezione si fa riferimento in linea generale che i sistemi disto non si basano sulla misurazione del tempo A/R, ma sulla misurazione della frequenza di oscillazione perché una misurazione tempo A/R con cronometro sarebbe costosa in termine di strumentazione.
Attendo dei chiarimenti appena saranno chiusi i test e quindi potrai motivare le risposte corrette.

Grazie Francesco

Salve Francesco, riguardo alla domanda circa la scalatura del modello in Sketchup la risposta corretta é quella “Quando si importa il modello DWG 3D in Sketchup bisogna specificare l’unità di misura in metri per ottenere il disegno correttamente scalato” la risposta quasi giusta (che il regolamento ci impone di includere nei test) è quella “Bisogna prendere una misura di riferimento sul rilievo” ma non è completa nell’esposizione che avrebbe dovuto riportare, per essere considerata corretta, anche la dicitura “…e poi effettuare la scalatura nel modello in Sketchup”. Le altre risposte erano quelle ovviamente sbagliate.

Riguardo al funzionamento degli strumenti di misurazione nelle slide viene introdotto il principio generale secondo cui nei laser scanner viene generato un raggio e poi analizzato il ritorno. Poi si specifica che in alcuni modelli viene eseguita un comparazione della fase del segnale emesso rispetto a quello ricevuto e anche che altri modelli di scanner invece si basano sul principio della triangolazione del segnale. La risposta giusta è quindi che i misuratori non sono tutti uguali “Alcuni usano la misurazione del raggio di andata/ritorno, altri utilizzano altri sistemi come la misurazione della differenza di frequenze di segnale”.

Sperando di aver chiarito i dubbi, a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Saluti

chiarissimo grazie per le risposte!