Stima diretta categorie speciali

Buona sera. Nel video della lezione 3 i docenti esprimono chiaramente un concetto sugli impianti strutturalmente connessi, da valutare a corpo oltre la stima di fabbricato, area ed eventuali uffici.
Ebbene, nella lezione si citano chiaramente gli impianti elettrici idrici e di condizionamento come impianti da stimare all’interno della valutazione del fabbricato e non a se stanti, perchè, cito a memoria, è impensabile un fabbricato nella categoria E privo di impianto elettrico.
Leggendo la circolare 2/E del 2016 sono da ricomprendere fra gli elementi strutturalmente connessi gli elementi elettrici, idrico sanitari e di areazione e di condizionamento, da sottoporre quindi a stima.
Potrei avere dei chiarimenti?
Grazie

Egregio collega, provo a dare una spiegazione più esaustiva.
Il concetto “strutturalmente connesso” non presuppone sempre lo stesso trattamento nella stima. Cioè, se si tratta di impianti che fanno parte dell’immobile in modo indissolubile e senza i quali il fabbricato sarebbe carente di un elemento essenziale, tipo un impianto elettrico, vanno inclusi nel valore del fabbricato stesso. Se invece si tratta di impianti strutturalmente connessi -e qui sorge l’equivoco, perché la terminologia è la stessa!- ma amovibili o palesemente costituenti un valore aggiunto (tipo un carroponte, senza il quale un capannone rimane un capannone fruibile), allora vanno stimati a parte.
Credo possa bastare a chiarire il punto.
Cordiali saluti.