Pertinenze ed Superbonus

Non essendomi chiaro quanto analizzato dall’Avv Micheli al termine dell’ultima lezione in merito alle pertineze ho riguardato alcuni passaggi della lezione e sono andato a ricercarmi la circolare 24/E e sono ancor meno convinto dell’esclusione delle pertinenze o della sua inclusione per soli interventi su parti condominiali.
Pag 13 Circ 24/e 2 AMBITO OGGETTIVO:Sotto il profilo oggettivo, il Superbonus spetta a fronte del sostenimento delle spese relative a taluni specifici interventi finalizzati alla riqualificazione energetica e alla adozione di misure antisismiche degli edifici (cd. Interventi “trainanti”) nonché ad ulteriori interventi, realizzati congiuntamente ai primi (cd. interventi “trainati”).
In entrambi i casi, gli interventi devono essere realizzati:

  • su unità immobiliari residenziali funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno site all’interno di edifici plurifamiliari e relative pertinenze (sia trainanti, sia trainati);
  • su edifici residenziali unifamiliari e relative pertinenze (sia trainanti, sia
    trainati);

Mi sembra dunque che non escludano nessun tipo di pertinenza, neanche per edifici unifamiliari.

Pag 22 Circ 24/e 2 Gli importi di spesa ammessi al Superbonus sono pari a 96.000 euro, nel caso di interventi realizzati su singole unità immobiliari […]L’ammontare massimo di spesa ammessa alla detrazione va riferito all’unità abitativa e alle sue pertinenze unitariamente considerate, anche se accatastate separatamente24;

24 Cfr., da ultimo, circolare n. 19/E del 2020.
Verificando la nota 24 si evince che
“L’ammontare massimo di spesa ammessa alla detrazione va riferito all’unità abitativa e alle sue pertinenze unitariamente considerate, anche se accatastate separatamente (Risoluzione 4.06.2007 n. 124, risposta 3, e Risoluzione 29.04.2008 n. 181). Gli interventi edilizi effettuati sulla pertinenza non hanno, infatti, un autonomo limite di spesa ma rientrano nel limite previsto per l’unità abitativa di cui la pertinenza è al servizio.

Mi sembra che tutto ciò porti verso un’unica direzione che io personalmente interpreto nel seguente modo: che io abbia pertinenze di un abitazione e/o unità immobiliare siano esse ricomprese nell’immobile principale o anche esterne e staccate materialmente, siano esse accatastate con l’unità abitativa (vani accessori indiretti non comunicanti) o magari come categoria C/2 a se stante è sempre possibile farla rientrare in superbonus, a patto che l’ammontare totale di spesa venga considerato nella sua globalità fra pertinenza e abitazione.

Chiederei cosa ne pensate Voi tutti ed anche all’AVV Micheli ed inoltre chiederei se qualcuno ha trovato ulteriori delucidazioni date dall’agenzia in merito alla pertinenza? Il limite di non incremento della volumetria vale anche per esse? Vincolo di ambiente riscaldato non vale per la pertinenza ma solo per l’unità abitativa (va da se che se parliamo di pertinenza non necessariamente è riscaldata)? Esiste una massima distanza della pertinenza dall’abitazione o basti che sia ricompresa nel medesimo comune (come per l’agevolazione pertinenza ai fini IMU?