Lezione corso propedeutico 188 - Ristrutturazioni, il rilievo con disto laser e restituzione del modello 3D

Ciao a tutti,
vi informo che ho caricato il video, il materiale ed il test della sessione in oggetto. Trovate tutto sulla vostra pagina personale del corso accessibile facendo il login dal sito in corrispondenza della sessione in oggetto.

Vi riepilogo le azioni che potete fare:

Vedere (o rivedere) la registrazione del webinar cliccando sul bottone “video”.

Scaricare il file ZIP cliccando sul bottone “File”. Il file contiene le slide della sessione.

Sostenere il test cliccando l’apposito bottone denominato Test. Il test è di n. 10 domande con risposte multiple tra cui scegliere quella corretta e il tempo a disposizione per completarlo è di 1 ora. Vi ricordo che per superare il test basta rispondere correttamente all’80% delle domande, cioè ad 8 di esse. Se non riuscite a superarlo al primo tentativo, consultate il “riepilogo risposte” per rivedere gli argomenti alle cui domande avete risposto in modo errato. Consultate anche il “Report” per vedere come avete risposto ed individuare così le domande che avete sbagliato. Prima di eseguire il secondo tentativo, ripassate le slide e riguardate il video per capire quali sono le risposte corrette alle domande che avete sbagliato. Ricordo che la data entro cui dovete sostenere il test è 07/05/2019.

Per qualsiasi chiarimento, dubbio, quesito o commento rispondete qui sotto.

Corso utile ma il test non lo condivido affatto.
Sono stato respinto per ben due volte a causa delle domande a trabocchetto oppure di doppia interpretazione.
Ribadisco che si tratta di un test atto a verificare la conoscenza ed il contenuto acquisito del corso quindi fare domane più appropriate al corso senza creare imbarazzo al concorrente talvolta con quesiti di doppia risposta o addirittura tripla.
Inoltre il questionario andrebbe svolto sulla base delle slide fornite invece alcune cose sono state semplicemente dal relatore.
Ad esempio, sulla domanda che vedete sotto io vedo idonee almeno 3 delle 4 risposte che vengono proposte, la 2, 3 e 4. E’ normale che poi si sbaglia in questa maniera.

Quali vantaggi ottengo nell’avere un modello 3D in SketchUp?
1. Sono agevolato specialmente nella fase di elaborazione delle idee nelle fasi preprogetto
2. Il fatto di poter avere oltre alle planimetrie anche prospetti e sezioni automatiche
generate dal programma e che si aggiornano automaticamente quando si modifica
qualcosa nel progetto
3. Avere un modello tridimensionale del progetto facilita la condivisione delle informazioni
e l’interoperabilità dello stesso per scopi progettuali, di computo e di gestione futura
dell’opera edilizia (la tua risposta)
4. Miglior lavoro specialmente in fase di progetto di massima per la condivisione delle
scelte fra i vari professionisti coinvolti

Oppure quest’altra domanda non è assolutamente di chiara interpretazione:

Posso rilevare gli elementi di un oggetto tipo un lavandino in marmo o il rivestimento di un
camino in pietra con un distanziometro laser tipo Leica Disto S910?

Cosa si intende per posso rilevare? Certo che si può rilevare ma non si capisce se l’oggetto della domanda è il materiale dell’elemento o meno e quanto abbia un ruolo rilevante o meno nella domanda.

E poi così via per almeno altre 4/5 domande.

Commento personale: Pessima gestione del questionario di apprendimento.

Ciao Luca,

posso capire le tue perplessità circa la composizione e la difficoltà del test, ma provo a spiegare qui di seguito, a beneficio di tutti, la situazione riguardo a questa questione.

Allora, comincio col dire che i test sono previsti dal regolamento del CNGGL per la formazione a distanza (online), il quale impone che non siano “banali”, pena l’annullamento del corso e dei crediti maturati. Tieni anche presente che il CNGGL ha la prerogativa di far iscrivere al corso in incognita un suo delegato per verificare sia la qualità delle lezioni, sia la “non-banalità” dei test. E la mia sensazione è che questo delegato ci sia anche in questi corsi gratuiti, anche perché, a quanto mi risulta, il mio Collegio (Padova) è l’unico a erogare corsi online gratuiti.

Non hai idea di quanta fatica facciamo noi docenti per scrivere i test cercando di fare in modo che non siano né “banali” né troppo difficili da superare. Provo a spiegartelo.

Abbiamo l’obbligo di porre un numero minimo di domande e dare, per ciascuna domanda, più risposte, in genere 4. Le domande, bene o male, non è difficile trovarle perché i contenuti di una lezione da 2 o 3 ore sono ampi. Per le risposte invece la cosa si complica maledettamente (attenzione, sempre perché il test non sia banale, altrimenti sarebbe tutto più semplice).

La risposta corretta è ovviamente facile da scrivere perché è ovvia. Poi possiamo inserirne una palesemente sbagliata, e anche questa è abbastanza facile da trovare. Il problema sono le altre due che, per non rendere banale il tutto, devono sembrare giuste ma in realtà sono sbagliate (o comunque “meno corrette” di quella “più corretta”). E qui c’è da diventare scemi, perché in molti casi non resta altra possibilità che “giocare” con le parole o i concetti in modo che solo ad una lettura attenta uno si accorga che sono sbagliate.

Detto questo, caro Luca, vorrei farti notare che a questo test che hai fallito tu hai dedicato la bellezza di 141 secondi, cioè poco più di 2 minuti sui 60 che avevi a disposizione. Allora ti chiedo:

Ma se per trovare la risposta corretta serve leggere con attenzione tutte e 4 le risposte, come puoi avere la pretesa di superare il test dedicandoci 2 minuti sui 60 disponibili?

Dico questo perché, avendo tempo a disposizione, finché fai il test puoi consultare le slide ed anche lanciare la registrazione e posizionarti sul punto in cui è spiegato l’argomento della domanda.

Altro dato che desidero porre alla tua attenzione: il test di questo corso è stato finora superato dal 95% degli iscritti che lo hanno sostenuto. Quindi ti faccio quest’altra domanda:

Se sono ben il 95% a superare il test, significa che poi così difficile non è, o sbaglio?

Ad ogni modo, siccome io sono uno che dà sempre la colpa a sé stesso per le cose che non vanno, sentirò i docenti se riescono a riformulare meglio le due domande che hai citato.

Nel frattempo ti ho riaperto un tentativo aggiuntivo.

A presto,

geom. Gianni Rossi
Responsabile corsi online del Collegio Geometri e G.L. di Padova
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@corsigeometri.it
www.corsigeometri.it
www.riconfinazioni.it

Buona sera, non vi nascondo che anche io ho avuto difficoltà a superare il test (e sarebbe la prima volta). Potrei avere un’altra possibilità? Grazie a tutto lo staff.

Ciao Michele,

Buona sera, non vi nascondo che anche io ho avuto difficoltà a superare il test (e sarebbe la prima volta). Potrei avere un’altra possibilità? Grazie a tutto lo staff.

sì, non siamo mai stati fiscali, una possibilità in più la diamo sempre, ti ho riaperto il 2° tentativo e ne ho dato un altro anche a Luca Consorti.

Tuttavia ti dico che a me dà molto fastidio chi parte in quarta con le polemiche, cioè commenti come questo:

Qualche disguido può sempre capitare dovendo gestire così tanti corsi, ma questo non può essere preso a pretesto per commenti come questo qui sopra. Bastava che avesse scritto:

Mi sembra che la domanda X sia poco chiara, potete gentilmente verificare e consentirmi un tentativo agguntivo.

Invece no, bisogna scrivere

Faccio anch’io un commento personale:

Proporrò al mio Collegio di non organizzare più corsi gratuiti

così se dobbiamo prenderci di questi ringraziamenti, almeno ne abbiamo un tornaconto economico.

A presto,

geom. Gianni Rossi
Responsabile corsi online del Collegio Geometri e G.L. di Padova
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@corsigeometri.it
www.corsigeometri.it
www.riconfinazioni.it

Peccato l’eventuale possibilita di proposta a non organizzare piu’ corsi gratuiti.
Sono utili i corsi propedeutici per capire su cosa vertira’ effettivamente un futuro corso completo ed i suoi argomenti specifici.
In questo corso specifico pur avendo passato il test (al 2° tentativo … pero’) ho cmq avuto maggiori difficolta’ rispetto ai test svolti fino ad orai. Se negli altri test ad una domanda “dubbiosa” trovavo risposta nelle slide o nel video, o cmq a memoria la ricordavo da quanto assimilato durante la lezione, stavolta ho dovuto in alcune risposta andare a caso o cmq andare a tentativi. E non sono certo il tipo di fare normalmente cose del genere. Niente di cosi grave cmq, ma ho rilevato una certa differenza rispetto ai vari test precedenti, e questo credo dobbiate tenerne conto, a prescindere da quello riteniate siano polemiche o simili. Vi ringrazio cmq del tempo dedicato al corso in se, e anche ai precedenti gratuiti, molto utili. Buona serata. Marco

Caro Geom. Gianni Rossi,
innanzi tutto mi scuso per aver leso la Sua suscettibilità, non era assolutamente questa la mia intenzione ma vorrei anche farle presente che con questa nostra attività oramai quasi completamente strumentalizzata e digitalizzata, siamo abituati ad interagire con la pubblica amministrazione o semplicemente enti pubblici solo in forma digitale quindi senza una vera e propria interfaccia fisica, il che significa parlare con qualcuno che al 90% delle volte non sai chi sia e che piuttosto non rispondono quasi mai alle reali esigenze dell’utente (basta parlare del servizio telematico del catasto e capirsi).
Quindi stamane, appena fallito il test, ho pensato che mi trovassi di nuovo davanti ad uno dei numerosi casi sopracitati, senza tener conto che stavo interagendo con un collega che con buona volontà e lodevole entusiasmo collabora gratuitamente alla formazione professionale della nostra categoria, al quale ribadisco i miei rispetti.
Quanto all’appunto del secondo test svolto in brevissimo tempo che mi ha avanzato, ci tengo a precisare, che avendo stampato il report del primo test fallito, mi ero già studiato le risposte su carta, per cui al secondo tentativo non ho fatto altro che compilarlo di nuovo con una certa rapidità.
Dopo i brevi chiarimenti, sono a ringraziarla per il nuovo tentativo che mi sta concedendo, ribadendo però che vorrei dei chiarimenti in merito alle domande citate nel precedente post per non incorrere di nuovo al fallimento della prova.
Cordiali Saluti

P.s.
Inoltre credevo che la gestione fosse completamente automatica e di non aver più avuto possibilità a tentare di nuovo il test.
Ne farò tesoro per eventuali prossime volte :wink:

Buonasera, condivido in toto quanto scritto da Marco Costa, anch’io ho sbagliato 3 risposte in tutti e due i tentativi, nonostante abbia letto le slide e visto 2 volte il webinar. E non mi era mai successo con altri corsi da voi organizzati. Forse qualche domanda é effettivamente ambigua, senza polemica.
Cordiali saluti
Marco Copetti

Buongiorno,
potrei avere anch’io la possibilità di ripetere il test?
Grazie mille per la disponibilità

Buongiorno, indubbiamente il più difficile dei test precedentemente affrontati, ma con le guide degli argomenti sbagliati e riguardando le risposte date o le slide, si capisce dove si è sbagliato. Al 1 tentativo 50%, secondo 90%.
Complimenti al Geom. Costa per la passione che ci mette e il servizio/opportunità che offre a tutti noi.

A fronte delle osservazioni emerse in questa discussione, vi informo che abbiamo modificato il test come segue.

La domanda “Quali vantaggi ottengo nell’avere un modello 3D in SketchUp?” è stata modificata in “Quali vantaggi ottengo nell’avere un modello 3D orientato al BIM in SketchUp?”

E’ stata modificata una delle risposte relative alla domanda “Posso rilevare gli elementi di un oggetto, tipo un lavandino in marmo o il rivestimento di un camino in pietra, con un distanziometro laser tipo Leica Disto S910?”

Prima le possibili risposte erano:
Sì, ma a seconda delle necessità può convenire anche rilevare con il metro a nastro;
No;
Sì;
Dipende dalle dimensioni del manufatto.

Ora le possibili risposte sono:
Si, ma a seconda delle necessità può convenire anche rilevare con il metro a nastro;
No;
Sì, conviene sempre usare solo il Disto S910;
Dipende dalle dimensioni del manufatto.

Salve, ho rivisto la lezione e riguardato gli appunti ma al 2° tentativo non riesco a superare il test in quanto le risposte sbagliate non trovano sufficiente riscontro nel materiale del corso. E’ possibile ripetere il test? grazie

Trovo ingiusto fare polemiche relative ai corsi, non ci sono molti collegi che affrontano con cura la formazione dei propri iscritti, gratuitamente. Premetto di aver trovato un ottima qualità sia della docenza che degli argomenti trattati anche in altri corsi. Relativamente al test posso consigliare di usare una lettura attenta sia delle risposte che delle domande. Grazie

Buongiorno,
potrei avere anch’io la possibilità di ripetere il test?
Grazie mille per la disponibilità

Buongiorno,
mi associo alla richiesta di ripetere il test non superato.
Ringrazio anticipatamente.

Buongiorno,
sono a chiedere anch’io di poter avere ulteriore possibilità.
Avendo riguardato le slide mi chiedo come faccio ancora a fare 3 errori!!
Grazie per la comprensione.
Saluti

Ciao tutti,
ho letto tutti gli interventi succitati, permettetemi di dire anche la mia sui corsi tenuti tramite il Collegio di Padova dal collega Geometra Gianni Rossi ai quali va tutto il mio più sincero ringraziamento giacché sono stupito che abbiamo a disposizione così tanti corsi GRATUITI su vari argomenti di interesse della Categoria, alla quale mi onoro di appartenere ormai da oltre 40 anni, che generano dei CFP. In genere quelli gratuiti non danno diritto a CFP o al massimo a 1 CFP.! Specificatamente sulle domande con relative risposte ci mancherebbe che fossero “banali” o troppo facili ! Se poi uno proprio non riesce a superare il TEST, pazienza, sarà mica la morte di nessuno. In genere parlando con i Colleghi di CFP ne abbiamo in ridondanza. Vero è che il CNG riconosce il surplus del triennio precedente a quello successivo con il limite massimo di 20 CFP. Sulla docenza del collega Geometra Gianni Rossi, invito la Categoria a tenercelo ben stretto, poiché un persona così preparata non è facile trovarla all’interno della stessa. Per cui caro Gianni continua così. Sei un GRANDE. In bocca al lupo a Tutti. Paolo Piero Rubiano.

Buongiorno a tutti.
Mi sono iscritto ai corsi propedeutici gratuiti perché mi hanno dato la possibilità di valutare argomenti interessanti e non sempre affrontabili durante la giornata lavorativa professionale.
Ho ritenuto interessante seguire l’argomentazione dei docenti sui vari temi affrontati.
Il tutto senza mai dar peso ai test, quelli li ho affrontati sempre dopo senza aspettative.
Come si dice “A caval donato non si guarda in bocca” vista la gratuicità dei corsi propedeutici potevano essere anche senza crediti. Invece no, hanno pensato di dare la possibilità di fare un test e al superamento di concedere 3 crediti gratuiti ad ogni test superato…!
Io non so cosa si voglia di più.
Ho seguito tutti i corsi propedeutici, alcuni davvero interessantissimi ed ho superato anche i test.proposti. Quello in questione anch’io l’ho dovuto rifare, per i motivi già detti, ma non mi sarei mai sognato di lamentarmi di una cosa gratuita. Avevo già messo in conto che se anche non avessi superato nessun test, gli argomenti trattati fossero comunque da meritare approfondimento.
Non conosco personalmente ne Gianni Rossi ne Gregorio Costa, ma credo che siano colleghi che vanno incontro alle esigenze di tutti e per questo li ringrazio per il lavoro che svolgono diligentemente.
Grazie di cuore e se farete ancora altri corsi propedeutici li affronterò sempre con questo mio spirito, senza esigere nulla dalla gratuicità offerta.
Cordialmente
Geom. Sergio Di Nardo

A chi ha scritto prima di questo mio intervento annuncio che ho aggiunto un ulteriore tentativo. Alla luce delle modifiche apportate al test ora siete sicuramente in grado di superarlo, pertanto non fate ulteriori richieste.