Corso 327-330 - Impianti termici e Superbonus - SCRIVETE QUI LE VOSTRE DOMANDE

Ciao a tutti,
questo topic è dedicato alle domande poste dagli iscritti al corso in oggetto. Pertanto, se siete iscritti a questo corso e avete dei quesiti che desiderate formulare al docente, scriveteli qui cliccando il bottone Rispondi che trovate alla fine dei messaggi già presenti. Il docente terrà monitorato questo topic e potrà così rispondervi durante le lezioni del corso stesso.
Qui in calce riporto le domande già pervenute durante i recenti seminari online sul tema.
Resto a disposizione per eventuali altre informazioni.

geom. Gianni Rossi
Responsabile corsi online del Collegio Geometri e G.L. di Padova
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@corsigeometri.it
www.corsigeometri.it
www.topgeometri.it

Nome/cognome Domanda
Emilio Di Ionna Se una vecchia abitazione per il riscaldamento è dotata solamente di un caminetto a legna, si può accedere al superbonus?

Francesca Badagliacca Buongiorno, si può aderire al Ecobonus quando l’impianto termico è costituito da un Camino a legna, costruzione all’incirca 1978/80
Mauro Palazzi Come intervento trainante per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale su singole unità immobiliari, mi pare che valga solo per unità funzionalmente indipendenti… chiederei un ulteriore chiarimento, grazie
Paola Gheza Ma le ape convenzinali che si inviano all’ENEA devono essere firmate e timbrate?
Davide Olivetto Salve, la mia domanda è la seguente: alla luce di quanto esposto in una pratica bonus 110% con sostituzione impianto termico e installazione pompe di calore, l’asseveratore piu’ idoneo dovrebbeessere il termotecnico per competenze?
Stefano Defrancesco non ho ben chiaro: per lavori con bonus 110 oltre all’asseverazione del raggiungimento del miglioramento energetico mi sembrava d’aver capito che anche il DL debba asseverare la congrutà dei prezzi per le opere di sua competenza ( es. cappotto)
Tiziano V. Tutti i termotecnici che ho contattato non vogliono asseverare, anche se i lavori riguardano principalmente la parte termotecnica, quindi tocca al DL cioè il sottoscritto asseverare…
Tiziano V. I termotecnici danno assistenza per il salto di due classi nell’asseverazione, ma sto pensando se ne vale la pena effettivamente
Alessandra Fiorotto mai termotecnici possono fare l’asseverazione finale da inviare all’enea?
Marco Silvi credo noi certifichiamo che i lavori siano fatti come previsto e con i materiali previsti dal termotecchico… non che il suo calcolo sia giusto…

Come si possono eliminare i ponti termici degli infissi che si andranno a sostituire senza intervenire sull’involucro orizzontale (non si realizza il cappotto esterno)

I PT non si eliminano, si attenua l’effetto che fanno (al di là del calcolo del coefficiente PSI). Nel caso in esame, con i radiatori in nicchia, si può fare comunque qualcosa per limitare il contributo del ponte termico alla dispersione del radiatore. Ne parleremo al corso.
Quel che conta in questo caso è fare una buona tenuta all’aria del nodo primario del serramento.
Inoltre, è possibile , senza fare il cappotto, tagliare il davanzale sotto al telaio fisso, togliendo il collegamento diretto del davanzale, magari sostituendo quello interno con uno in legno.

Difficilmente qualcuno, se non per superficialità, dichiarerà il tutto come impianto termico efficiente a riscaldare tutto l’ambiente.

Difficilmente si rientra in impianto termico. Deve essere efficiente per riscaldare tutto l’edificio e a calcoli termotecnici è duretta verificarlo ed inoltre se siamo in questo caso, la biomassa è rinnovabile (tralascio dettagli) e quindi la classe energetica risulta alta

Corso 330 impianti termici.
Alcune delle domande inserite nel test non sono molto chiare e sono poste in maniera non molto comprensibile. prima di ripetere il test chiedo se altri utenti hanno riscontrato lo stesso problema. Grazie
Esempio domanda
Nel caso studio, la classe energetica nella situazione di fatto

  • in classe F per il contributo dei pannelli fotovoltaici
  • non è importante, indica consumi standard e quindi non utili ai fini del SB110
  • per fortuna F, fosse stata G sarebbe stato più difficile fare il salto delle classi
  • nella situazione attuale F
2 Mi Piace

Si l’APE convenzionale si invia ad ENEA a dimostrazione del salto di 2 classi

Chiedo scusa se le domande sono poco chiare. In merito alla domanda postata, ad esempio, la risposta tuttavia dovrebbe essere stata data durante il webinar.

Nel condominio di 4 piani viene effettuato l’isolamento solo del solaio di copertura e del piano rialzato, vengono sostituiti gli infissi e le caldaie delle abitazioni in tutti i piani. Ho escluso dal calcolo tutte le entità che non erano soggette ad intervento. Nel calcolo mi dice che H’T non è verificato nelle abitazioni dei piani intermedi (1 e 2). Ho anche provato ad escludere i parapetti in quelle abitazioni ma niente mi dice che la trasmittanza termica è troppo alta. Ma sostituisco solo gli infissi, come potrei intervenire?

Se non erro, nel caso di sostituzione infissi, non si fa la verifica di H’t perchè parte privata. Esistono delle faq ministeriali che cercano di far luce su questi casi

In caso di superecobonus 110 % se in un condominio come intervento trainato si sostituiscono i generatori a metano e per fare il salto delle due classi energetiche è necessario sostituire anche i condizionatori esistenti (da quello che ho trovato ENEA esclude la possibilità di finanziamento al 110 % della climatizzazione estiva, mi confermi?), posso sempre accedere al 110 % anche se non finanziabili? In caso affermativo, come si deve compilare la documentazione al portale ENEA? I condizionatori, in presenza di impianto termico con caldaia a metano, eventualmente possono accedere ad atri tipi di bonus?

In una bifamiliare con una unità indipendente al p.t. ed una indipendente al p.1 e sottotetto, vuole usufruire del superbonus solo l’unità superiore rifacendo il tetto e l’impianto di riscaldamento.
Il calcolo della superficie lorda disperdente (per valutare se il tetto incide per almeno il 25%) viene fatto solo sull’unità interessata o su tutto il fabbricato?
Il calcolo del miglioramento delle due classi viene fatto solo sull’unità interessata o su tutto l’edificio?

Siamo in zona F
Nelle verifiche APE ante e post operam per Superbonus 110%, nel caso di villette unifamigliari da 100/130 m2 con caldaia a condensazione molto datata, sistema di emissione con radiatori e murature poco isolate, oltre al cappotto, quando conviene installare il solare termico per ACS, oltre a sostituire la caldaia con una nuova a condensazione, installare le valvole termostatiche e una centraline di regolazione programmabile e sonda climatica ?
Stesso discorso per convenienza pompa di calore per riscaldamento e ACS ed eventualmente impianto fotovoltaico.
Stesso discorso per impianto ibrido! ma i costi e la manutenzione ?
A quale prezziario dobbiamo far riferimento per il computo estimativo di questi impianti ?

Per Luigi_Sceresini
Bisogna farci dei calcoli. Di sicuro il salto di classe si fa andando ad installare sistemi in pompa di calore e producendo un po’ di e.e. con il FV.
Il solare termico conta ma è un impianto, che nel residenziale, non metterei.
Giovedì prossimo parliamo di pompe di calore, caldaie e ibridi. Per l’infuenza del salto di classe, ti consiglio di guardare il webinar introduttivo del corso

@ Carmelina_Falcone
Se non c’è isolamento delle pareti, l’ “obbligo” di correzione del PT viene meno.

  1. In merito alla lezione 4 - pompe di calore - è possibile avere un foglio di calcolo per graficare le prestazioni COP per la scelta della PDC migliore in base alle nostre esigenze (rif. COP ai carichi parziali) ? o se possiamo recuperarlo diversamente ?
  2. La relazione L.10/91 viene eseguita con calcolo su base mensile e quindi la potenza del generatore è calcolata su base mensile. Se poi facciamo il calcolo con il metodo dinamico orario e ci viene una potenza minore perchè siamo stati bravi a regolare tutti i parametri, come possiamo installare un generatore diverso da quello previsto nella relazione L. 10/91 ?
  3. Ci può consigliare un buon software di termotecnica ?
  4. Possiamo avere le risposte esatte ai test del corso?

@ Luigi_Sceresini
Buongiorno Luigi, vado per punti.
1 - i grafici ai carichi parziali e tutti gli altri grafici che ho fatto vedere al corso li ho prodotti io partendo dai dati dei produttori. Ogni produttore dovrebbe fornire i dati in maniera almeno tabellare per tutti i suoi prodotti. Poi sta a noi, individuato il “giusto prodotto” per l’abitazione e l’utenza finale, ricostruire quei grafici e capire la taglia corretta oppure confrontare un paio di soluzioni
2 - i dati della legge 10 sono fatti mensilmente si, ma per il calcolo delle prestazioni delle pompe di calore si usa il BIN, ovvero raggruppa le ore di funzionamento ad una data temperatura e calcola le prestazioni per quelle singole fasce (http://www.aicarr.org/Documents/Editoria_Libri/AicarrJournal/AJ_2013/2013_23_AJ_Aicarr%20Journal_non%20protetto.pdf un approfondimento, ma ne trova molti in rete).
Il calcolo dinamico orario ad oggi ci aiuta a dimensionare i generatori di calore in maniera corretta, soprattutto le pompe di calore e/o a “progettarne” la gestione. Individuata la taglia migliore, la si inserisce nei calcoli BIN della UNI TS 11300-4 e tipicamente ci sarà sempre e comunque la copertura totale dei carichi. Se il generatore dovesse invece essere sottodimensionato secondo il metodo mensile, bisognerebbe valutare il dafarsi (ipotizzare delle integrazioni con resistenze elettriche nel modello di calcolo legge 10 ad esempio e/o giustificare, supportati dall’analisi dinamica, scelte diverse).

  • Non mi sento di consigliare UN buon software. I sw sono tutti buoni (validati), dipende poi da altri aspetti, quali tipicamente l’assistenza e l’usabilità. Io per dirle uso diversi sw, non tutti dello stesso produttore
  • Per questa questione deve sentire il responsabile a info@corsogeometri.it
    Grazie delle domande.

Ciao Luigi,
la risposta a questa tua domanda e ad altre che potrebbero venirti in mente più avanti la trovi nella tua pagina del corso sulle slide della sessione zero che puoi scaricare cliccando il bottone File:

Leggile attentamente, anche per sapere le altre azioni che dovrai compiere per ottenete i CFP. La risposta alla tua domanda di cui sopra la trovi a pagina 21:

geom. Gianni Rossi
Responsabile corsi online del Collegio Geometri e G.L. di Padova
cell. 3202896417
Email: gianni.rossi@corsigeometri.it
www.corsigeometri.it
www.topgeometri.it

Grazie
Condivido lo spirito con cui vengono svolti i corsi

Buongiorno Paolo
Nel modulo 3 Termotecnica si è parlato di firma energetica di progetto.

  1. Elemento lista
    Quali dati vanno usati per costruire il grafico con le potenze del generatore ?
    Il mio software purtroppo non ha la funzione di firma energetica di progetto e di uso reale !!! ma se a calcolo ultimato per la L.10/91 devo calcolare la potenza corretta del mio generatore per RISC, quali dati di potenza o energia è corretto usare ? l’ EPH,nren oppure EPgl,nren oppure la potenza di dispersione dei locali ?

  1. Elemento lista
    e per ACS.

Grazie e buon lavoro
Luigi