Accesso al 110%

Un mio cliente è proprietario di una villetta (seconda casa) indipendente in campagna che affitta con affitti brevi in estate, affitti sotto i 30gg, pertanto paga la cedolare secca, non è imprenditore non ha partita IVA. La ditta che doveva installargli Fotovoltaico, pompe di calore ecc… si è tirata indietro dicendogli che non poteva fargli più lo sconto in fattura perchè impresa e la casa la usa per attività turistica. Ma se non ha partita IVA come fa ad essere impresa? Può accedere al 110%?

Chiederei alla Ditta di specificare preciso riferimento normativo per quanto sostenuto.
Per il resto occorre chiarire con precisione il rispetto del requisito soggettivo.
Se impresa di recente è stato introdotto il superbonus turismo.
Ma per il caso specifico pare utile leggere il seguente articolo:

Locazioni brevi e lavori agevolati
Infine va considerato che non c’è alcun dubbio che si possa utilizzare il Superbonus per un immobile messo a reddito con la tipologia della locazione breve. Anche se la locazione è per uso turistico e se l’immobile è destinato solo a questo scopo, infatti, non si rientra nell’attività imprenditoriale fino ad un massimo di quattro appartamenti destinati a questo scopo, ed è possibile optare per l’applicazione della cedolare secca. Non si tratta, quindi, di utilizzare un immobile a fini commerciali né ad uso promiscuo, per cui il Superbonus è sempre riconosciuto per intero.